Secondi piatti

BATTUTA DI FASSONA PIEMONTESE CON CAVOLO NERO E SCALOGNO CARAMELLATO CON MIELE AL TARTUFO

prefazione

La Fassona piemontese è di diritto nelle eccellenze italiane, manzo di pregiata qualità con un gusto deciso, il nostro modo di esaltarne le caratteristiche è dunque quello di servirla cruda in purezza, la nota dolce del miele e dello scalogno contrasta la “durezza” del cavolo nero.

IMG_6083 - Copiaok


ingredienti

per 4 persone

600 gr di filetto di fassona piemontese

5 scalogni

3 cucchiaini di miele di acacia al tartufo “Boscvovivo”

600 gr di cavolo verza nero

olio EVO, sale, pepe q.b.

IMG_6077ok - Copia



preparazione

Tritate finemente gli scalogni e fatele rosolare in una padella con un filo di olio, regolate di sale e pepe, quindi aggiungete un goccio d’acqua e fateli stufare per qualche minuto, quando l’acqua sarà evaporata aggiungere il miele al tartufo e fate caramellare per qualche minuto, quindi spegnate il fuoco e fate raffredare.

Pulite e lavate ilcavolo verza, tenete solamente la parte della foglia eliminando le “coste” centrali, quindi fatele saltare a fuoco vivace in una padella con un filo d’olio e un pizzico di sale, dopo qualche minuto toglietele dal fuco e fatele raffreddare, quindi tritatele grossolanamente.

Prendete il filetto, fatelo a prima a cubetti, quindi “battetelo” al coltello per ottenere una sorta di macinato grossolano, mettelo in una ciotola salate, pepate aggiungete lo scalogno, il cavolo verza, amalgamate il tutto e aggiungete un filo d’olio.

Impiattate la battuta aiutandovi con un coppasanta e servite accompagnata da una fresca insalata di misticanza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...